Missione:

  • Rimuovere l’eternit sia dal controsoffitto che dal tetto;
  • Fare una nuova copertura industriale per la struttura;
  • Migliorare notevolmente l’isolamento termico dell’immobile;
  • Alleggerire la struttura complessiva del tetto grazie alla nuova copertura industriale.

Tipo di copertura industriale montata: In alluminio pre-verniciato rosso, con lana minerale dello spessore di 16cm come isolante termico.

Dove: San Giovanni in Persiceto, Bologna, Emilia Romagna.

Anno esecuzione lavori: 2014-15.

 

Copertura industriali in eternit San Giovanni in Persiceto

Il tetto prima del nostro intervento.

Questo è il capannone di nostri amici, un’azienda che vedevamo tutti i giorni passando in macchina.

Negli anni abbiamo fatto molte fiere insieme a loro, che si occupano di trattorini, tagliaerba, e in generale macchine per il giardino.

Alla fine siamo riusciti a trovare una proposta di revisione della copertura industriale che a loro andava bene, e così siamo partiti col lavoro.

Sono molto affezionati al capannone, perché ogni singolo pezzo è stato fisicamente costruito proprio dal proprietario dell’azienda: travi, putrelle ecc.

Volevano mantenere la forma originale, eliminando però l’amianto dal tetto e facendo un lavoro duraturo.

Lattonerie da rifare coperture industriali

Lattonerie vecchie, ormai da rifare.

Il tetto non era l’unica parte dell’immobile in eternit: infatti, anche il controsoffitto dello stabile era del materiale cancerogeno. Per questo si decise di rimuovere e rifare entrambi.

Oltre a tetto e contro-soffitto da rifare, avevano il problema del caldo d’estate e del freddo d’inverno, quindi abbiamo studiato insieme a loro un pacchetto isolante di buona qualità per migliorare l’isolamento termico, e di conseguenza anche il risparmio energetico.

Come primo step, abbiamo rimosso copertura e controsoffitto in eternit, eliminando anche la vecchia e ormai marcia lana di vetro.

Abbiamo poi montato il nuovo controsoffitto in acciaio zincato pre-verniciato bianco, che ha donato molta luminosità agli ambienti interni.

Sotto la copertura abbiamo posato una lana minerale di ben 16 cm di spessore come isolante termico, così da risolvere stabilmente il problema dell’isolamento termico scarso.

Infine, siamo passati alla posa della nuova copertura in alluminio pre-verniciato rosso e alle nuove lattonerie.

Coperture industriali in alluminio pre-verniciato rosso

Opera a lavoro finito, l’intera struttura ha cambiato faccia.

 

Il cliente è rimasto molto contento del lavoro e l’opera di rifacimento della copertura industriale ha fatto cambiare aspetto all’immobile.

Una nota extra da sottolineare è il peso: la struttura di adesso pesa circa 12 kg a m², mentre quella precedente era di 30 kg a m². Questo, moltiplicato per i circa 450 m² del tetto, fa sì che il peso complessivo del tetto sia di oltre 8 tonnellate in meno.

Linee vita su coperture industriali Bologna

Linee vita sulla copertura.

 

Risultato:

  • Rimuovere l’eternit sia dal contro-soffitto che dal tetto: FATTO, come al solito seguendo le normative vigenti sulla sicurezza;
  • Fare una nuova copertura industriale per la struttura: FATTO;
  • Migliorare notevolmente l’isolamento termico dell’immobile: FATTO. La lana minerale di grande spessore permette un grande isolamento e notevole risparmio sulle bollette;
  • Alleggerire la struttura complessiva del tetto: FATTO. Come scritto sopra, il tetto pesa ora più di 8 tonnellate in meno!