Missione:

  1. Mettere in sicurezza l’immobile trovando un modo per eseguire lo smaltimento eternit, così da eliminare il problema contaminazione.
  2. Rendere lo stabile di pregio grazie ad un opera esteticamente superiore.

Tipo di facciata montata: Rivestimento di facciata con scaglie in zinco titanio Rheinzink.

Dove: Bologna, Emilia Romagna.

Anno esecuzione lavori: 2011.

Fummo contattati per visionare un capannone dove si riscontrò un problema peculiare: l’edificio era rivestito da grandi mattonelle in eternit (cemento amianto) fissate da incollanti.

Facciata in amianto bonifica amianto

L’immobile aveva facciate in amianto incollate alle pareti. Questo le rendeva impossibili da rimuovere e smaltire.

Il vero problema era che all’interno dell’edificio lavoravano centinaia di persone (era un call-center leader nel settore telefonico), e bisognava perciò individuare la procedura di bonifica più idonea.

Studiata la situazione abbiamo concordato con la proprietà di non rimuovere le mattonelle, perché per farlo avremmo dovuto demolire l’eternit per mezzo di martelli pneumatici con conseguente dispersione di fibre d’amianto, operazione dannosa per la salute e vietata dalla normativa vigente.

Valutata la situazione optammo invece di eseguire  l’incapsulamento ed il confinamento.

Immobile con facciata in amianto bonifica amianto

L’unico modo per mettere in sicurezza lo stabile era verniciare le pareti con prodotti appositi e creare una nuova facciata sopra quella vecchia.

Stendemmo dunque diversi strati di vernici certificate sulle mattonelle in eternit, solamente l’ultimo strato lo verniciammo di colore diverso, per poter verificare visivamente in futuro lo stato di degrado della verniciatura stessa.

Come secondo passo procedemmo alla creazione di un telaio in travetti di alluminio e pannelli in compensato ad incollaggio fenolico da 22 mm.

Strato di pannelli in compensato bonifica amianto

Strato di pannelli in compensato, la base di partenza su cui abbiamo poi realizzato la facciata di Rheinzink.

Completato ciò iniziammo a posare delle scaglie da noi prodotte in zinco titanio supervisionati dalla Rheinzink stessa, di cui siamo orgogliosamente posatori ufficiali.

Come si vede dalle foto, abbiamo realizzato queste scaglie con dimensioni molto grandi contrapposte allo spessore della lastra.

Cantiere in corso: posatura scaglie bonifica amianto

Cantiere in corso. Le scaglie venivano montate sulla parete in legno.

Il rivestimento lo abbiamo praticato sia sul call-center che sulla guardiola della security.

L’effetto generale è notevole: tutti gli imbotti delle finestre sono stati realizzati con lo stesso materiale in tutti i particolari.

L’effetto desiderato era che le lastre, per mezzo del sole, creassero delle ondulazioni per rendere le facciate movimentate e molto particolari.

Riflessi di luce bonifica amianto

I riflessi di luce che si creano sulla nuova facciata sono meravigliosi.

Per completare l’opera di bonifica dell’amianto ci mettemmo due mesi circa di lavoro intenso, che è stato ripagato dall’apprezzamento di tutti i dirigenti dell’azienda e dai numerosi architetti e professionisti che si soffermavano a guardare l’opera conclusa.

Il peso complessivo dell’opera si aggira attorno ai 12 kg\m², con un buon risultato sull’isolamento termico in quanto è stata creata una lama d’aria di interposizione tra la parete in mattoni e la parete esterna in zinco titanio.

Questo rivestimento di facciata è destinato a durare nel tempo con viraggi di colore minimi. La bellezza dello zinco titanio è che, anche producendo manufatti di forme semplici, si rimane esterrefatti dal risultato finale.

Facciata in zinco titanio bonifica amianto

Il risultato finale della facciata in zinco-titanio.

Risultato:

  1. Mettere in sicurezza l’immobile trovando un modo per bonificare l’amianto: FATTO. Abbiamo trovato quella che in realtà era l’unica soluzione possibile per eseguire lo smaltimento. Quando possibile consigliamo sempre la rimozione dell’amianto (la vera e completa operazione di smaltimento eternit), ma in questo caso non era possibile.
  2. Rendere lo stabile di pregio grazie ad un opera esteticamente superiore: FATTO. Come si può vedere dalle foto, l’immobile è quasi irriconoscibile tra il prima e il dopo il nostro intervento, merito anche dell’ottimo materiale fornitoci da Rheinzink.