Missione:

  • Rendere sicura la copertura, eseguendo lo smaltimento eternit o rendendolo innocuo;
  • Fare il lavoro velocemente, e trovare una soluzione economica;
  • Creare una copertura resistente e senza una continua necessità di manutenzioni;

Tipo di copertura montata: Sovracopertura con lastre grecate in alluminio.

Dove: Castelfranco di Sopra, Arezzo, Toscana.

Anno esecuzione lavori: 2006.

bonifica amianto Copertura in eternit

Ecco la copertura iniziale.

Questa è la copertura di un capannone che eseguimmo nel 2006.

Si presentava come una copertura industriale in amianto, ed era necessario fare lo smaltimento dell’eternit o eventualmente trovare una soluzione più economica e veloce.

Eternit da smaltire bonifica amianto

Ecco un bel primo piano dell’amianto.

Insieme al cliente si decise di optare per la bonifica dell’amianto tramite confinamento.

Questa è una procedura particolare, in cui si esegue una serie di fasi che nel complesso risultano più veloci ed economiche di una bonifica classica.

La prima di queste è, come sempre, la messa in sicurezza della copertura per permettere agli operatori di essere protetti dalle cadute dall’alto.

Il secondo passaggio consiste nello spruzzare una vernice inertizzante su tutta la copertura, in modo tale da impedire il distacco di fibre che potrebbero essere inalate dagli operatori. Queste vernici inertizzanti sono specifiche per l’amianto, ed essendo collose una volta seccate fanno presa sulla copertura in eternit ed eliminano il distacco di fibre.

Una volta finita l’inertizzazione della copertura e atteso che la vernice si secchi si passa al terzo passaggio. A questo punto si procede con l’installazione di un nuovo telaio sopra la copertura esistente, dopo aver verificato con particolari sistemi la tenuta dei fissaggi dei telai.

Infine si passa al montaggio della nuova copertura. Se ben realizzata, l’amianto sottostante non sarà più visibile e non sarà più a contatto direttamente con l’esterno, non essendo così sottoposto agli agenti atmosferici come vento e pioggia, evitando un ulteriore deterioramento dell’impasto del cemento, eliminando così il rilascio di fibre d’amianto.

Copertura leggera bonifica amianto

La copertura, così realizzata, è leggerissima e resistente.

Se montata bene, una copertura di questo tipo può durare veramente tanto: questo lavoro è  del 2006 e dopo 11 anni è ancora come nuovo, senza alcun intervento di manutenzione eseguito.

Siamo andati nel 2015 a controllarlo, e non c’è stata la necessità di intervenire in nessun punto della copertura, non si sono mai verificate infiltrazioni.

Oggi noi consigliamo sempre lo smaltimento eternit per risolvere il problema alla radice, ma in casi come questo, in cui il cliente ha molta fretta, o per questioni economiche, il confinamento rimane una buona soluzione.

 

Risultato:

  • Rendere sicura la copertura, smaltendo l’eternit o rendendolo innocuo: FATTO. Non abbiamo eseguito la rimozione eternit, ma abbiamo optato in questo caso per il confinamento e la sovracopertura;
  • Fare il lavoro velocemente, e trovare una soluzione economica: FATTO. Il lavoro eseguito in questo modo è meno costoso, e sicuramente più veloce rispetto al dover rimuovere tutto l’amianto dalla copertura;
  • Creare una copertura resistente, senza una continua necessità di manutenzioni: FATTO. Come scritto sopra, in undici anni non sono stati riscontrati problemi di alcun tipo.