Missione:

  • Mettere in sicurezza il cantiere lo smaltimento eternit sulla copertura;
  • Realizzare una nuova copertura in alluminio, che migliorasse l’isolamento termico dell’immobile e che non avesse bisogno di manutenzioni;
  • Creare e montare un telaio di supporto per la conseguente installazione dell’impianto fotovoltaico.

Tipo di copertura montata: copertura in alluminio, lastre grecate passo 20, viti in acciaio inox e relative guarnizioni in gomma morbida apposite per questo tipo di copertura.

Dove sono stati eseguiti i lavori:  A Calderara di Reno, Bologna, Emilia Romagna.

Anno esecuzione lavori: 2012.

Copertura in Eternit bonifica amianto

Copertura prima del nostro intervento.

Questo è un cantiere che facemmo a 4 mani assieme ad un elettricista sicuramente molto bravo, che stava seguendo questa azienda, e che doveva fare l’installazione di un nuovo impianto fotovoltaico sulla copertura di questo immobile. Fummo contattati perché era necessario smaltire l’eternit dalla vecchia copertura e rifare il tetto prima di poter procedere con qualsiasi altro tipo di lavoro.

bonifica amianto

Primo passo da eseguire: bonifica dell’amianto.

In quell’epoca ci trovavamo  nel pieno del regime del Conto Energia, ed il cliente, essendo un metalmeccanico con un elevato consumo di corrente, colse giustamente l’occasione e decise di investire facendo installare un impianto fotovoltaico.

I primi passi eseguiti durante i lavori furono la rimozione della vecchia copertura e poi lo smaltimento eternit, ed in seguito passammo poi alla fornitura e alla posa dell’alluminio con la quale rifacemmo l’intera copertura, con sottostante il materiale adatto per l’isolamento termico.

Copertura in alluminio bonifica amianto

Ecco la copertura finita prima del montaggio del telaio di supporto per l’impianto fotovoltaico.

Dopo che il lavoro di rifacimento del tetto è stato finito, abbiamo installato da noi stessi il telaio per posizionare l’impianto fotovoltaico, dopo aver fatto questo l’elettricista installò subito e mise in funzione l’impianto senza nessun problema. Il cantiere è stato eseguito nell’anno 2012, e da allora il cliente non ha mai avuto problemi di nessun tipo ne per quanto riguarda la copertura ne per quanto riguarda l’impianto fotovoltaico, senza mai dover avere la necessità di fare interventi di manutenzione.

Impianto fotovoltaico bonifica amianto

Copertura finita e telaio montato.

 

Risultato:

  • Mettere in sicurezza il cantiere smaltendo l’eternit: FATTO. È stato il secondo passaggio che abbiamo eseguito, subito dopo l’aver messo in sicurezza il cantiere dalle cadute dall’alto.
  • Realizzare una nuova copertura in alluminio, che potesse migliorare l’isolamento termico dell’immobile e che non avesse bisogno di manutenzioni: FATTO. Questa copertura, oltre ad essere stata leggera e veloce da montare, è anche molto resistente ed è molto affidabile, se montata a regola d’arte (particolare non indifferente).
  • Creare e montare un telaio di supporto per la conseguente installazione dell’impianto fotovoltaico: FATTO. E’ stato montato il telaio di supporto, l’elettricista poi passò direttamente all’installazione dell’impianto fotovoltaico e da allora non ci sono mai stati problemi di nessun tipo.